Domanda riconvenzionale ed eccezione riconvenzionale. Qual è la differenza?

I due concetti non devono essere confusi. Mentre la “domanda riconvenzionale” consiste nella domanda proposta dal convenuto (non solo per chiedere il rigetto della domanda dell’attore, ma anche) al fine di richiedere l’accertamento di un diritto diverso da quello oggetto della domanda principale (ancorchè ad esso collegato); l’ “eccezione riconvenzionale” amplia il tema della controversia, senza però tendere ad altro fine che non sia quello della reiezione della domanda, opponendo al diritto vantato dall’attore un altro diritto idoneo a paralizzarlo.

La domanda riconvenzionale è esperibile solo nel primo grado di giudizio.